La solita Disinformata Informazione Strumentale

Replichiamo alle informazioni scorrette a firma del gruppo consigliare “Per Gorla”, frutto di una strumentale lettura dei dati di bilancio.

Si dice nel volantino “Aumentate le tasse TASI – IMU – IRPEF del 45% in due anni”

FALSO

Ecco i dati ricavati dai bilanci*, in possesso di tutti i gruppi consigliari:

tabella bilancio 2015*FONTE: bilancio consuntivo 2013 e bilancio preventivo 2015

Come si può vedere, tra il 2013 ed il 2015 l’aumento è stato del 22% pari a €430.000, a fronte di un mancato trasferimento dello Stato al nostro Comune di € 450.000

La scelta è stata quella di mantenere i Servizi essenziali ai cittadini in difficoltà, con particolare riguardo alle fasce deboli, all’handicap, alle scuole di ogni grado e ai bisognosi.

  • Tari: precisando che il costo del servizio deve essere interamente coperto dai cittadini, l’aumento della tassa non è dovuto ad un innalzamento della tariffa, ma all’aumento delle quantità di rifiuti indifferenziati smaltiti (1 siamo passati da 4.005,536 Ton a 4.133,560 Ton).
  • Non corrisponde al vero quanto dichiarato, circa il non aumento di tasse in altri comuni che loro malgrado lo hanno fatto successivamente, per coprire i buchi dei mancati trasferimenti.
  • Noi, a differenza di altri, lo abbiamo fatto tenendo conto della progressività dei redditi applicando un concetto di equità sociale.
  • Per ciò che riguarda l’ottimizzazione dei costi, ribadiamo che bisogna operare con adeguati investimenti su vari settori, tra i quali: l’illuminazione pubblica, spese di riscaldamento, spese di gestione per palestre e scuole.

Abbiamo già eseguito un intervento presso la Scuola Elementare che nei prossimi mesi si completerà con la sostituzione degli infissi, poi interverremo sull’impianto di riscaldamento della Palestra della scuola Media. Per l’illuminazione pubblica abbiamo già acquisito tutta la rete e stiamo lavorando per un bando di gara che rinnovi tutti gli impianti per ottenere risparmi di costi di energia e di manutenzione.

Quella fatta dal gruppo “Per Gorla” è propaganda basata su dati sbagliati e su gravi omissioni.

Centro Polifunzionale

Sarà un nuovo Auditorium? La lista civica “Progetto per Gorla” vuole una destinazione diversa?

Noi riteniamo prioritario il progetto, proposto agli elettori nel corso dell’ultima campagna elettorale, che ha ottenuto il consenso della maggioranza assoluta dei votanti. Su questo progetto lavoreremo innanzitutto per il recupero del patrimonio edilizio se si ritarda ulteriormente l’intervento si rischia di compromettere il risanamento.

Il nostro progetto prevede:

  • uno spazio dedicato alla sede della Banda Comunale con uno spazio prove e salette per corsi individuali,
  • uno spazio multifunzionale che sarà dedicato al Gruppo “Amici del ballo” che con i loro numerosi associati contribuiscono alle numerose iniziative ludiche e sociali che la nostra comunità organizza,
  • lo stesso spazio sarà attrezzato a laboratorio teatrale a disposizione della scuola oltre alla possibilità di utilizzare lo spazio per le riunioni dei genitori.

Questo ci eravamo impegnati a fare e questo faremo.

Per quanto riguarda il presunto ampliamento della mensa dobbiamo ricordare ai nostri avversari che ipotizzare una mensa che contemporaneamente distribuisce 350 pasti è una pura follia, non a caso la norma regionale prevede la turnazione oltre i 180 bambini per evitare situazioni ingestibili sia dal punto di vista educativo sia della sicurezza.

Piscina Comunale

Richiamare la corte dei Conti per dire che l’Amministrazione Migliarino/Landoni “abbia corso un rischio maggiore nell’assumere l’obbligo di subentrare nel pagamento del mutuo” per la costruzione della piscina è semplicemente stucchevole da parte di chi non conosce la vicenda per le troppe assenze in consiglio comunale. Un rischio ben maggiore avevano corso Gorla Minore e l’ex assessore Belloni quando votò la ristrutturazione del locale mensa, ben 450.000 Euro, lavori che vennero eseguiti su un immobile sottoposto a procedura fallimentare.

È solo grazie alla solerzia dell’Amministrazione Migliarino/Landoni che il bene fu acquistato, facendo rientrare il rischio di perdere tutto.

Certamente non ci aspettiamo ringraziamenti, sappiamo di avere agito per il bene della nostra Comunità, se poi abbiamo risolto un problema anche ai nostri critici, va bene lo stesso.

Si dice che non diamo risposte alle domande che sono state poste. A parte il fatto che non siamo dei marziani, per cui se nel corso del Consiglio Comunale vengono poste 10/15 domande varie, può succedere che a qualcuna non abbiamo risposto per dimenticanza non certo per nascondere qualcosa.

Alla domanda “Perchè la CARIGE (Cassa di Risparmio di Genova) non ha voluto che fossero le due nuove società a subentrare direttamente nel pagamento dei canoni?”

Intanto bisogna puntualizzare che non erano due le società che sarebbero dovute subentrare ma una, la scelta fu di mantenere in carico al Comune il mutuo per il vantaggioso tasso d’interesse che avevamo spuntato, con lo scopo di aiutare la società che veniva a gestire la Piscina. Il mutuo ci viene regolarmente rimborsato dalla Gestisport con cadenza semestrale.

“Ci si è accertati sulla solidità economica dei nuovi concessionari?”

Se i consiglieri della lista Belloni fossero stati più attenti saprebbero che è stato presentato un piano economico di gestione asseverate da una banca a garanzia della capacità economica della società che gestisce la Piscina.

Scrivono: “A questo punto ci auguriamo che tutto vada per il meglio…. Diversamente che cosa avremo? Una piscina che diventa da subito del comune di Gorla Minore, il quale dovrà: Finire di pagare il mutuo residuo e soprattutto sobbarcarsi per il future gli alti costi di gestione e di manutenzione della struttura. Naturalmente con i soldi dei cittadini di Gorla Minore.”

  • Una opposizione seria avrebbe dovuto sapere che la piscina, da dopo il collaudo delle opere, è entrata nel patrimonio del Comune di Gorla Minore nella misura dell’80% del valore e di quello di Gorla Maggiore per il 20%;
  • Non pensiamo che sia un problema dovere finire di pagare il mutuo visto che ce lo rimborsa la società che gestisce la Piscina;
  • E’ fuorviante e falsa l’affermazione sui costi di gestione che dovremo sostenere se gestissimo direttamente la piscine, non essendo nostra intenzione farlo, ci auguriamo che gli attuali gestori possano continuare per il tempo previsto della convenzione. E’ la seconda volta che la Lista Belloni mette in mezzo i costi di gestione, non hanno ancora capito quello che c’è in convenzione.
  • La chicca finale è “naturalmente con I soldi dei cittadini di Gorla Minore”. Perché, forse la mensa e le due palestre fatte dall’Amministrazione di cui Belloni faceva parte sono state pagate con i soldi degli amministratori di allora? I mutui delle Palestre sono stati interamente pagati durante l’Amministrazione Migliarino/Landoni anche se furono fatti dai nostri predecessori.

Finitela di scrivere sciocchezze, i Cittadini sono stanchi di sentire “balle spaziali”!!

Potrebbero interessarti anche...